venerdì 23 dicembre 2011

il piccolo aiutante di babbo natale è un precario incazzato

Nel senso, non per fare il Grinch, ma veramente veramente abbiamo qualcosa da festeggiare quest'anno?
Sono abbastanza soddisfatta dei miei regali di natale, ovviamente di quelli comprati e non so ancora di quelli ricevuti, ma qualcosa mi dice che mmmmm natale mi sta proprio sul cazzo.
E son bastati per esempio tre giorni di febbretta con chili e chili di muco nasale a farmi compagnia, che sono rimasta nel letto a guardare real time e per fortuna che non avevo le forze per fare nulla che sennò ero ancora lì a incastrare fili di rame in palle di legno su una base di stucco decoupage e cera per fare un centrotavola natalizio grande più o meno come un bue, che infatti ai miei ospiti e parenti avrei ben potuto offrire una cena contemplativa di estetismi e tradizione invece di spendere ieri 181 euri della mia tredicesima nuova di zecca da Panorama, che certo abbiamo anche fatto la spesa per dopo, ma io con 181 euri da zara divento il lookbook di gennaio senza colpo ferire, anzi. E dunque il menù del 24 propone: antipasto leggero di polpettine di melanzane e zucchine e piccoli frittini vari, doppio primo di ravioli ricotta e spinaci homemade e spaghetti vongole zucchine e zafferano, secondo di orata al forno con le patate e dessert di cupcakes alla vaniglia con frosting al mascarpone. E poi dopo, quando ognuno vorrebbe ritirarsi nei propri appartamenti a ruttare e capire quanto tempo ci impiegherà il nostro intestino a liberarci di cotanta abbondanza, invece no, prepariamoci anche per il pranzo di natale, dove mia madre ha invitato 15 amici e poi ha pensato bene di rompersi un dito, quindi indovinate un po' a chi tocca spignattare?
Poi dici che una se chiama Stazzitta.
Questo per dire che se io 181 euri li investivo in un volo ryanair per una destinazione qualunque, ma possibilmente al caldo e dotata di un mare, adesso invece di pensare a tutte ste cazzate, stavo sdraiata in topless a leggere il foster wallace postumo, il re pallido, pallido lui, io già nera come una senegalese.

3 commenti: