giovedì 1 dicembre 2011

vergognami

Sto a rota di blogspot. E soprattutto mi annoio, quindi siamo tornati ai vecchi tempi in cui sforno un post al giorno, che la quantità si sa non sempre va a braccetto con la qualità ma del resto se ci telefonassimo tutte le mattine come faccio con mamma, secondo voi avremmo sempre robe interessanti da dirci? no.
Dunque, argomento del giorno, partecipate numerosi: Vergognati.
Elenco di quello di cui vi vergognate pesantemente, quelle cose che se siete a cena con gente che non conoscete poi molto e esce fuori il discorso un po' glissate un po' lo dite un po' cercate una pala per scavare una fossa comoda e capiente.
Inizio io.
1- non so andare in bicicletta. Panico quando sei in vacanza e propongono la gitarella di gruppo.
2- la playlist dell'ipod, mai prestarlo a nessuno, potrebbe scoprire Perdere l'amore di Massimo Ranieri, Ragazza di periferia di Anna Tatangelo nella versione sanremesca cantata con la chiattoncella di Amici di Maria, e il top Aleandro Baldi, ci vuole un attimo per perdersi e fare cenere e fare chernobyl, io e mia sorella la cantavamo sulla musicassetta e mi sembrava altissimo livello.
3- un bel po' di concerti di Renato Zero e Claudio Baglioni all'attivo. Comprato il biglietto, pagati dei soldi, imbottiti i panini, cantato come se non ci fosse un domani, consumato rullini e sviluppato foto che ho poi inserito giudiziosamente nei libricini del fotografo.
4- non mangio le patate, raccontare la ghettizzazione quotidiana sarebbe troppo duro adesso, voi mi capirete.
5- parlare in inglese in pubblico. Se ci sono italiani in giro scordatelo, se ci sono solo inglesi o americani vado come un treno.
6- la biancheria intima, mai abbinata, spesso brutta, molto cotone, molta microfibra, colori basici, la morte del pisello.
7- non so aprire le bottiglie di vino, me la cavo con la scusa che sono astemia e me ne fotto, ma ogni volta che me lo chiedono in qualche parte del mondo un sommelier muore per cause sconosciute.
8- "fammi vedere le mani/fammi vedere i piedi". Ma che siete scemi?
9- la pronuncia dei nomi difficili, tipo Ceaușescu, che tu credi di sapere come si dice e invece no bella mia, sta a fa na figura de merda.
10- non so usare excel. Copio e incollo tabelle di chiunque per qualunque cosa, cancello il contenuto e prego iddio che la formula sia quella che mi serve.

Oh non mi lasciate da sola a fare sta cosa, che cazzo.
Dai.


22 commenti:

  1. anch'io non so andare in bicicletta. e nemmeno so nuotare.

    RispondiElimina
  2. io nuotare sì, ma quanto mi rompo il cazzo a nuotare....

    RispondiElimina
  3. non parlo inglese. è una tragedia per chi o come me ama girare il mondo. ma la colpa non è mia: è colpa dei miei, che videro (negli anni 80, non nel 1800), nel francese la prossima lingua universale. in compenso ormai non so più manco il francese, perché me lo sono dimenticato.

    RispondiElimina
  4. ottimo, non lo parlo manco io.

    RispondiElimina
  5. Sei un genio!!!
    Qui bici a go go, ma ho un'imbarazzante passione per Freddie Mercury e i gatti, a ognuno il suo.

    RispondiElimina
  6. amore io la faccio giuro, più probabile nel pomeriggio, è che ciò carne al fuoco e sto cucinando le lasagne ;-*

    RispondiElimina
  7. cazzo tranne il 3 e il 6, sono tutte cose di cui anche io mi vergogno (avere perdere l'amore di massimo ranieri nell'aipod è per me motivo di stima pari all'aver salvato qualcuno dalle fiamme di un incendio).
    In più io non so bere dalle bottiglie dell'acqua (quelle con quel beccuccio da "sportivi" tipo biberon) nè dalle fontanelle pubbliche e non so guidare. Marisella

    RispondiElimina
  8. Ah vabbè non so guidare manco io maris, questa la mettiamo sul podio delle cose di cui mi vergogno di più Con la patente ce potrei fa le strisce di cocaina, la userei comunque di più.

    RispondiElimina
  9. intanto ti voglio dire che perdere l'amore di massimo ranieri è la mia canzone preferita di sempre, non si batte e non c'è niente di cui vergognarsi!
    cmq, eccoti la mia top 3:
    1) guardo san remo. e lo amo. e metto pure i fiori sotto alla tv perché tanto sul palco dell'ariston non ce li mettono più, e che kermesse è senza fiori? (come vedi so anche tutto il vocabolario tecnico relativo)
    2) non ho mai capito fellini. i film che ho visto non mi sono piaciuti. e siccome mi vanto di essere una grande cinefila poi quando dico sta cosa mi becco gli insulti. ma secondo me è perché gli altri non hanno le palle per dire che manco loro c'hanno capito un cazz con tutti quei nani e circhi e ballerine.
    3)non mangio il tiramisù. è proprio l'unico dolce al mondo che schifo. e ho pure abitato 2 anni a 300 metri da pompi. e non ti dico quanta gente s'è presentata a casa mia fiera di aver comprato il presunto tiramisù più fico del mondo!

    RispondiElimina
  10. stefi_marabotto1 dicembre 2011 12:30

    son scappata di casa nel 1978 per vedere Renato alla bussola di Lido di Camaiore
    mara

    RispondiElimina
  11. stefi_marabotto1 dicembre 2011 12:31

    nuooooooo non nel 1978 nel 1982
    mara

    RispondiElimina
  12. In verità la cosa forse più biasimevole è l'essere astemia

    (ma perchè nella righina della verifica parole cè lo stemmino dell endicappato? )

    g

    RispondiElimina
  13. questa di gob è un'ottima domanda. Anyway
    @smila sanremo ci unisce e ci unirà pessempre, anzi cerchiamo di capire quando c'è la finale e vieni a roma, facciamo seratona famiglia auditel.
    @mara nel 1982 io nascevo mara, e tu già inseguivi renato zero, che io inseguivo poi che ne so, nel 1994 con mamma sorcina. Vite intrecciate, come dire.

    RispondiElimina
  14. stefi_marabotto1 dicembre 2011 17:34

    anch'io c'ho lo stemmino dell'handiccappato ma mi vergognavo a dirlo
    mara

    RispondiElimina
  15. Ok domani faccio il post delle cose vergognose ma intanto voglio battervi:quale perdere l'amore: io ero pazza proprio di Massimo Ranieri lui.
    Andai a vederlo a teatro con mia nonna e mi convinsi di amarlo,era una commedia cantata con pure degli asini in scena.Avrò avuto tredicianni.Per me era un fico assurdo,più di Luis Miguel (un altro che avrei sposato ad occhi chiusi) (faro'anche il post dei maschi che mi vergogno di aver amato.ma praticamente di tutti per quel che mi ricordo adesso)

    RispondiElimina
  16. anche io ho perdere l'amore nell'ipod e quando lo attacco allo stereo della macchina e mi capita in random è festa grande la ascolto 3 4 volte di seguito per cantarla ogni volta meglio e più rumorosamente di quella prima!

    per anni mi sono vergognata del mio amore per il pop trash e le coattate...il mio passato di fricchettona militante è stato pesante da sgrullarmi di dosso...!
    mi sono vergognata anche del mio amore per tiziano (sono uscita alo scoperto mio malgrado quando sono andata in eurovisione che cantavo a squarcia gola sere nere agli mtv awards!)...
    ora queste cose mi definiscono invece e mi vergogno di essermene vergognata!

    mi piaceva geo and geo. lo guardavo tutte le domeniche. (questa è pesante)

    non so portare il motorino, ma non me ne ergogno più tanto.

    mi vergogno dei miei piedi e delle mie ginocchia.

    non so fare la pasta al forno.

    pur bevendone tanto non capisco veramente nulla di vino.

    lo spelling di alcune parole in inglese mi mette in seria difficoltà pur essendo bilingue dalla nascita.

    non posso comprarmi nessuna confezione di merendine o cioccolate kinder perchè mangio tutto il pacco insieme. e se c'è l'offerta 2x1 me li mangio tutti e due.

    il mio gruppo preferito sono stati i boyzone.

    tra la tv e la lettura scelgo sempre la prima...è la cosa di cui più mi vergogno.

    nell'89 avevo una cotta per il garzone paninaro del macellaio (non vedo l'ora di fare il post sui maschi di cui ci vergognamo!)

    fare liste di questo tipo gives me a real kick! (posseggo pagine e pagine di sì a, no a, e top 5)

    noreen

    RispondiElimina
  17. very proud of you noreen, i boyzone spaccavano...

    RispondiElimina
  18. siccome mi vergogno di procrastinare sempre tutto, tipo, per esempio, l'altro giorno che ho letto il post e non ho commentato perché mi è arrivata una mail di pressing del relatore e son andata in paranoia, debbo catarticamente rimediare. quindi, così, random:

    - patente, célo, ma la potrei tranquillamente buttare;
    - inglese, uguale e preciso a te, ma con l'aggravante che avrei studiato lingue...che poi della pronuncia son tutto sommato orgogliosa, ma gli accenti, tipo pérformance e perfòrmance e altri che non mi vengono in mente, puntualmente li sbaglio;
    - ma sta cosa di massimo ranieri, che è? na sindrome? pur'io ero follemente innamorata delle sue vene che s'ingrossavano su PerdereeeEEEE l'amooOOoreEEee!
    ma soprattutto avevo un'insana passione per Occhetto, ma tipo che c'ho sto flash di me bambina che guardo il tg e dico sotto lo sguardo incredulo dei miei 'che bello!'. ma saranno stati i baffi, come quelli di mio papà, che già freud aveva iniziato a prendermi per il culo.
    - mentre sempre musicalmente valgono raf e un'estate intera su paolo vallesi (dio, che sfigato paolo vallesi)?
    - non mi ricordo i titoli delle canzoni che mi piacciono, per non parlare degli album
    - idem per i nomi delle birre, che poi son costretta a chiedere al mio ragazzo 'ma questa secondo te mi piace?' che sembro una menomata
    - mi vergogno di finire sempre io gli avanzi, tipo 'uh, è rimasta della pasta: chi ne vuole?' e io son già lì col piatto
    - mi vergogno del mio pigiamone di pile, assai.

    per ora credo che possa bastare, ma giusto perché ho fretta, eh.
    W le terapie di gruppo!

    s.

    RispondiElimina
  19. Mmmm... vergogna... sentimento tanto generalizzato che non saprei da dove iniziare.
    1) non sono in grado di parlare in pubblico; e per pubblico non intendo quello che gremisce una conferenza: tre amici non proprio intimissimi (ovvero: conosciuti da meno di 10 anni su per giù) bastano a inibirmi tanto da farmi limitare l'intervento nella conversazione.
    2) scrivo in prosa ottocentesca, e faccio ancora errore ortografici madornali (cosa che non ammetterei manco sulla croce in ambiente accademico!)
    3) non ho mai letto Hegel.
    4) alcune mie paia di scarpe sono state studiate dai tecnici di Saddam Hussein per creare armi di distruzione di massa. Odio le case in cui il pavimento è sempre lusto come uno specchio e devi per forza lasciare le scarpe sul pianerottolo!
    5) ho lasciato a metà l'Ulisse di Joyce e la Recherche non l'ho manco iniziata: uso il cofanetto chiesto in regalo alla mamma anni or sono come una specie di Corviale degli acari.
    6) l'arte è la mia passione, ma: a) disegno come un bambino con gravi ritardi psico-fisico-emotivi; b) ho provato a suonare il piano ed ero una zappa rara!; c) ho creduto per anni di avere una buona voce di basso, quando emettevo solo rutti; ora provo la voce di tenore, ma mi sa che sono una sega pure nel canto!
    7) mi vergogno del fatto che potrei andare avanti all'infinito! :)

    RispondiElimina