lunedì 2 aprile 2012

alcune cose che mi fanno venire l'orticaria.

Nella mia vita quotidiana di entità odiante, alcuni aiuti provengono chiaramente dall'esterno, che si sa anche il più talentuoso dei bambini se non supportato e stimolato dalla giusta famiglia e dall'agente più spregiudicato ad America's got talent con il cazzo che ci arriva.
Lo spazio di una mattinata e ecco pronta una mini lista di situazioni da incazzatura assicurata, che se la fate finita anche grazie.
- quelli che spiegano la street art. La street art ha rotto il cazzo, è universalmente riconosciuto, io l'ho frequentata e vissuta dall'interno e per interno intendo la vagina. Basta con la storia del writing, del lettering, basta spiegare la tag (prontamente scritta in corsivo, non sia mai detto non si capisca il termine tecnico) come la firma dell'artista metropolitano, basta sottolineare il disagio nell'appropriazione della strada e la voglia di riscatto dei giovani, basta con la protesta spray, e ve lo dico, ci ho scritto trasversalmente una tesi di laurea su quanto "Lazio merda" su un muro sia enormemente più significante e artisticamente riconoscibile (se per arte intendiamo sempre e comunque l'espressione iconica e linguistica di un sè diverso dallo spettatore e per questo riconducibile emotovamente e culturalmente a esso) di un fottuto disegnone incomprensibile e esteticamente intrigante, dio mi perdoni per aver usato questo termine.
- quelli che non vedono la televisione, e se la vedono è solo gad lerner e i programmi di approfondimento. Questo atteggiamento snobbetto del cazzo non vi porterà da nessuna parte, se non alla giusta e sacrosanta emarginazione che meritate. Il trash televisivo, l'affezione anzi al trash televisivo (chè è fatto per quello e se non vi siete affezionati a Giovanni e Serena o a una qualunque coppia di Uomini e Donne avete un problema enorme di incapacità di amare) esiste che voi lo vogliate o no, e lo spirito critico si allena su TUTTO, poveri stronzi, non solo su roba triste e desolante come sapere quanto cazzo pago di Imu, o quanta roba transgenica ci mettono dentro un dado knorr e quanto guadagna un contadino sulla linea della Tav. Estendo la categoria, per la prorietà transitiva, anche a quelli che non fanno sport e in palestra non ci vanno perchè sono troppo impegnati a nutrire il proprio ego intellettuale e insultare fabio volo e smacchiare quei pantaloni di velluto di sinistra old school comprati a via sannio tredici anni fa quando aveva ancora senso comprare a via sannio e essere di sinistra.
- quelli che "io non sono Hipster", ma perchè è una malattia? e l'alternativa accettata quale sarebbe? e soprattutto pensi davvero di non essere hipster tu con gli occhialoni, le scarpette del cazzo, il maglione infeltrito e il ciuffo? io ce le ho tutte ste cose, da un bel po' tra l'altro, e me ne fotto se sono hipster, del resto mi basta non essere vegetariana per vivere in pace con la coscienza, e poi non ho ancora capito se sia più hipster essere hipster o far creder agli amici (hipster come te) che non lo sei e anzi li schifi e li odi, tutti i venerdì quando vai nei locali hipster a sentire musica hipster con altra gente hipster.
- quelli che leggono l'oroscopo di Rob Breszny, e subito lo pubblicano su facebook, mi raccomando, non lasciate gli amici del sagittario senza la loro dose di ironia sagace e di sinistra (prima contraddizione in termini, se la sinistra sapesse oggi essere ironica e sagace avrebbe forse una possibilità di sopravvivenza, eh Bersa'?). Ora amici divertenti, nel chiuso dei vostri ufficetti stampa, nelle vostre onlus, nelle vostre azienducole a impatto zero (con tutto), vi rendete conto vero che è comunque un oroscopo? che è comunque la negazione di qualsiasi libero arbitrio umano e di qualasiai raziocinio illuminato, la credenza che i pianeti in una certa posizione influenzino non solo il carattere alla nascita ma le azioni quotidiane? Vogliamo continuare così e un giorno non molto lontano credere, che ne so, in Dio? E soprattutto vi rendete conto che la prossima volta che guarderete con sufficienza la vostra parrucchiera che vi chiede di che segno siete (poverina, mica ti chiede di cosa tratta la tua tesi di dottorato in scienze politiche) voi DOVETE per coerenza rispondere con tutta la fottuta mappa astrale della famiglia intera?
Per ora è tutto, ma potrei riprendere dopo. Preparatevi.


30 commenti:

  1. Carissima, ti capisco e ti supporto su tutto, e se non ho più la televisione è per motivi esclusivamente salutistici (=se c'ho messo due anni in più a laurearmi ci sarà stato un motivo). Ti lovvo forte forte.

    RispondiElimina
  2. e comunque vorrei che sapessi che il SOLO seguire le tue avventure in palestra ha fatto sì che rifacessi anch'io l'abbonamento... dopo 12 anni di assenza (tanto prima dei trent'anni a che cazzo serve la palestra?) per poco mi veniva un enfisema sullo step. ok!!

    RispondiElimina
  3. No, Rob Breszny non si tocca.

    RispondiElimina
  4. Su certe cose posso anche non essere d'accordo ma da come lo dici mi ritrovo d'accordo.
    Diciamo che siamo d'accordo in senso assoluto.

    RispondiElimina
  5. sono d'accordo anche io in senso assoluto

    RispondiElimina
  6. anch'io soprattutto su chi snobba il trash e ti guarda con sdegno. Andatevene a..

    piccolo sfogo.

    RispondiElimina
  7. Mi accordo soprattutto sulla questione televisiva. Il trash ti entra dentro. Punto. E non ci vedo niente di male.

    RispondiElimina
  8. oddio allora mo mi odi perché non ho la tv ma sto guardando su internet presa diretta!! io iacona lo lovvo. e mo!?
    amica, scusa, non volevo deluderti! amami lo stesso, ho appena comprato delle scarpe fighe su ebay!

    RispondiElimina
  9. Tu stazzitta sei una ragazza di estrema lucidità ma penso lo sdoganamento dello sdoganamento della tv trash è già storia e pure la storia del non possedere la tivvù eccetera. Il tutto è riassunto (qui da noi) molto bene nelle due scene di Moretti Nanni quella di "Ma come parli" che hai già visto sul tubo e pure poi quella di "faccio cose vedo gente".
    Detto questo come dice zitella scrivi che è un piacere leggere , scrivessi ogni mezz'ora io leggerei mannaggia.
    ;-)

    RispondiElimina
  10. Ah quindi se non spreco il mio tempo guardando merda in televisione sono snob? Qual è il minimo sindacale di programmi inutili da vedere e a cui affezionarsi (nientemeno!) per non meritare l'emarginazione? Ma ti rendi conto delle idiozie che sostieni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non la vedi affari tuoi, del resto c'è gente che muore senza aver letto Proust, figurati il dramma collettivo. La categoria, credevo fosse chiaro, riguarda quelli che con atteggiamento snob giudicano chi vede la tv trash come dei minorati mentali, quando invece Presa diretta va bene, quello lo possiamo vedere 24 h, che è roba buona.

      Elimina
    2. e comunque sì, mi rendo quasi sempre conto delle idiozie che sostengo. Va meglio ogni giorno.

      Elimina
    3. Vedi te se guardare i programmi di Maria De Filippi non è da minorati mentali. Quello che è proprio desolante e che tu (e molti altri) parli di "nutrire il proprio ego intellettuale" e "evitare tv spazzatura" come se fossero cose brutte. E invece non lo sono. Sono cose intelligenti, così come è intelligente voler sapere che cosa ci circonda e perché (quello che tu liquidi come "sapere quanto cazzo pago di Imu", e magari pensi di essere spiritosa).

      Elimina
  11. siccome è la prima volta che commento non so se quello che scrivo verrà pubblicato.in ogni caso io ti leggo sempre,ti amo,e da ieri faccio jillian michaels.nella mia scala di miti sei quasi allo stesso livello di maria de filippi (ultimamente se sto a rota riesco anche a vedermi il trono dei vecchi)

    RispondiElimina
  12. Anonimo stiamo calmi,la questione è chiaramente sulla scelta, continuo a credere come ho scritto, che lo spirito critico si alleni su TUTTO, la differenza è che io non scappo da Maria de filippi come se fosse satana, poi nessuno dice che non sia giusto o intelligente capire cosa ci circonda, mi sembra una cosa così banale che davvero metterla in discussione non ci fa onore. E benvenuto nel magico mondo dell'ironia.

    RispondiElimina
  13. Mi trovi d'accordo parzialmente sulla questione hipster.
    Fa molto hipster dire di non essere hipster. A questo proposito ci son dei tizi che hanno scritto una canzone a mio avviso geniale:

    http://www.youtube.com/watch?v=G6Y4qNX7IUg

    Per quanto riguarda Rob Brezsny... Dai, sono aneddoti di nicchia, bellini, dà sempre uno spunto che fa sorridere. A me piace.

    Il trash... Il trash funziona di brutto, ma sono anche un'intellettualerottainculodisinistra, per cui discerno fra la cagata tipo Amici di Maria De Filippi in excelsis deo e il sacrosanto diritto/dovere di guardare programmi di spessore e sapere cosa succede nel mondo.
    Ma soprattutto nessuno m'impedirà MAI di schifarmi di fronte a gente che ha come unico argomento di conversazione l'ultima scopata di Snooki.

    Il blog piace, complimenti!

    RispondiElimina
  14. Finalmente qualcuno riesce a guardare oltre la patina del finto conformismo della stracazzo di street art e di quanto se la sentono calla i graffitari.
    Mi sento meno sola,grazie.

    RispondiElimina
  15. https://www.facebook.com/hipsterica

    RispondiElimina
  16. Io nel mio piccolo sono di quelle che non guardano la TV. I programmi ci rincoglioniscono, dài, e la pubblicità fa venire la pelle d'oca con quelle vocine finte.

    Non trovo utile perder tempo a criticare la mediocrità e dire omioddio come siamo scesi in basso. Perché se ci pensi guardandomo si contribuisce a che continuino a programmarli. Boicottare.

    Pero evviva il cinema e le serie scaricate.

    Non odiateci, noi che no abbiamo il televisore siamo allergici a Sanremo e reality e preferiamo fare altro.

    RispondiElimina
  17. Intanto, standing ovation per Spora, ragazze guardate questa donna, amatela, diventate come lei, o almeno provateci.
    Dopodichè: adoro il cinema e le serie scaricate, figuriamoci, chi non le ama? io non odio chi non vede la tv, attenzione, ognuno faccia quello che vuole, ma detesto l'atteggiamento snobbetto finto intellettualoide di molti. La tv regala delle perle meravigliose, così come esiste il cinema mediocre e il teatro fatto di merda. Bisogna tentare un approccio con TUTTO secondo me, poi chiaramente scegliere in base a gusti e interessi...( e, per dire, mentre scrivo ste cose, indosso dei boyfriend jeans. <3)

    RispondiElimina
  18. Allora Dani,c'è da tirarsi i capelli? Mi devo togliere gli orecchini come fanno le negre?
    Ma che ne sanno questi della vita senza aver mai visto Ale che esce dallo studio in lacrime e Costantino che torna indietro a riprenderla?
    Che ne sanno di Paola che dice "se non mi scegli oggi io me ne vado"?
    Che ne sanno di Chelsea che perde 45 kg?

    A tutti quelli che "Maria de Filippi no, e Gerry Scotti mai, Il GF per carità" auguro un girone tutto a Forum.

    Non mi firmo che tanto già lo sai chi sono.

    RispondiElimina