martedì 30 ottobre 2012

RITI DI PASSAGGIO, ovvero Momenti televisivi fondanti di un'identità.

Arriva prima o poi il momento di scoprirsi davvero, per quello che siamo.
Il momento in cui aprire un varco dentro di sé e raccontare al mondo quali siano stati i passaggi fondamentali della propria crescita, cosa ci abbia reso le persone speciali e uniche che siamo.
Ho rimandato troppo a lungo questo confronto, lo prendo adesso come un punto di partenza e non di arrivo, per un rapporto con voi che leggete, basato davvero sulla sincerità e sul desiderio di condividere.
Nel profondo.
Inauguriamo dunque la rubrica

RITI DI PASSAGGIO, ovvero Momenti televisivi fondanti di un'identità.

Nella mia crescita ricordo precisamente alcune tappe, alcune prese di coscienza, attimi in cui tutto è stato chiaro su chi ero, cosa volevo, come ottenerlo, cosa sarebbe stato importante per il resto della mia vita e cosa no.
La prima, la più emozionante è stata questa.

NON È LA RAI.
Tornavo da scuola, mangiavo veloce, io e mia sorella spostavamo la poltrona in salotto per avere più spazio e iniziava Non è la Rai. Il periodo più felice della mia esistenza.
Ballavano, erano vestite tutte abbinate, e tutte dell'Onyx e della Phard e io AVEVO delle cose dell'Onyx e della Phard, le compravo a Via dei Castani e mi sentivo fichissima. Cantavano canzoni di merda come Dio come ti amo, che non mi spiego tuttora a chi sia venuto in mente di dare la combo Modugno/Cinquetti a una ragazzina di 16 anni (ma vabbè, era il pretesto per una serie di inquadrature intensissime che adoravo, tipo che Alessia Merz non ha mai recitato così bene) ma anche canzoni della madonna come Tele Tele Telefonarti ( "se mi rispondi riattaccherò, col mio silenzio ti stupirò" poi dici che una viene su così ).
La sigla, ma solo quella originale, il cruciverbone, Mary Patty, Cristina Quaranta, Francesca Pettinelli, Emanuela Panatta, tantissimo Please don't go, lo zainetto di Ambra, il Perchè viviamo di Miriana, fino alle gloriose e memorabili serate di Bulli e Pupe, con le ragazze in versione "ballo delle debuttanti" in prime-time, tutto era materiale per me, giovane stronzetta con le tette già grandi che sapeva che un giorno sarebbero stati utili tutto quello smorfiettare e tutti quei testi imparati a memoria. Infatti come rimorchio io ai Karaoke, levatevi proprio.
Ma una puntata più delle altre mi ha insegnato tutto. TUTTO.
Tutto quello che c'è da sapere sulle relazioni e sul flirting io l'ho imparato lì.



Prima di tutto, al Gianluca Grignani di allora la Stazzitta di oggi darebbe tre colpi (maglione splendido, capelli morbidissimi e puliti) ma poi, vogliamo parlare dell'imbarazzo? della tensione sessuale tra lui e Alessia Gioffi? del bisogno fisico di toccarsi di lui e della paura fottuta di lei, di lui che le dice qualcosa all'orecchio? delle altre ragazze che rosicano come non si rosica mai più nella vita? quello è stato il momento in cui ho capito che avrei avuto un potere. Che sarebbe bastato essere diversa dalle altre e spontaneamente cretina come solo una che si fa chiamare Terminator può essere e avrei avuto un uomo meraviglioso e fintogrunge che si sarebbe inginocchiato per me.
Beata innocenza.
Quello è stato un passaggio determinante nella crescita di tutte noi e del programma stesso: la vita vera entrava nella trasmissione, in quel playback svelato si annidava la fine della fiction meglio organizzata della tv e l'inizio della stagione fallimentare-sotto-ogni-aspetto dei talent/reality di Mediaset. Non ce ne fregava un cazzo se fosse brava a ballare, volevamo tutte sapere una cosa sola:
ma con Grignani, poi, c'aveva scopato?
Si vocifera che siano andati a prendere una cioccolata, ma io li voglio ricordare così, con lei che fa la sua mossettina tipica di alzare gli occhi al cielo e svolazzare con le mani e lui, fatto di hashish e promettente come mai più.
E io, eccitata come un bufalo,
che li guardavo a bocca aperta.



Ps: questo post è dedicato a @SugarKane e @ClabHouse, che iddio li benedica e protegga sempre.

49 commenti:

  1. questo post mi ha fatto scompisciare, davvero!!!
    Ahhh non è la rai erano altri tempi....altre ragazze...un'altro mondo!!
    Grignani là era veramente un figo pazzesco e sicuramente fatto di hashish...non me la ricordavo proprio sta scenetta!

    RispondiElimina
  2. A parte il mio amore smisurato per Ambra (tutti i cd. Tutti e 5) io ero superfan di Emanuela Panatta.
    E Lucia Ocone, per ovvie ragioni.

    A Gnignani na botta gliela darei pure io adesso, riguardandolo, ma penso ai giorni all'epoca in cui lo schifavo perché mi sembrava disordinato e sporco. E stronzo. Quante cose non capivo, mi son fatta certi marcioni poi che Grignani lèvati proprio.

    Quanto alla storia Grignani-Gioffi io sapevo che si erano fatti di brutto. Ma c'era di mezzo anche Ambra. Forse che tipo lui voleva farsi anche Ambra. Oddio non ricordo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma perchè non si trova uno spin off? un approfondimento? un cazzo di quarto grado su alessia gioffi? Milena Gabanelli ci leggi?

      Elimina
    2. http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=7303220

      Premetto che so a mala pena di cosa si sta parlando.

      Elimina
    3. Ma cristooooo, con ambra quindi? e alessia gioffi? devo rivedere tutte le leggi del mio universo relazionale? vince quella potente che resta in disparte? Dio santissimo!

      Lola nun te vergognà, sei tra amiche.

      Elimina
    4. Sono onestissima. L'ho visto per un po' per non essere schifata da Elisabetta e Monica in II media, ma poi mi pareva una stronzata eccessiva. E quelle due non mi stavano manco simpatiche.

      Elimina
    5. Ah toh, vedi allora che avevo sentito bene. Si era inciuciato Ambra.

      Io sono per il team #timidachestaindisparte.

      Elimina
    6. Se Quarto Grado facesse una puntata in merito, avrebbe finalmente una ragione d'esistere!

      Elimina
    7. Seppur in ritardo avvaloro anche io tesi Ambra. A differenza della Zitella i marcioni mi piacevano già allora (che anno era?) e quindi rosicai da morire leggendo dell'affaire Angiolini-Grignani su Cioé. E non è un caso se alla fine s'è presa anche quel gran bel manzone di Renga. Forse che lo spettro dell'uomo che scegliamo a 14 anni ci perseguiterà poi per tutta la vita?

      Elimina
  3. ahahaha non è la rai, che mitica assurdità era...
    però non avrei mai detto che ambra sarebbe diventata una brava attrice :)

    RispondiElimina
  4. Io, siccome ero una ragazzina che odiava le ragazzine e le gonne, non lo guardavo. Anche perché, sinceramente, mi sembrava un programma "per grandi"!
    Poi Ambra l'ho avuta praticamente come vicina di casa (abitando a Brescia l'ho vista ovunque per un periodo, pure a Gardaland) e negli universitari milanesi avevo come coinquilini due drag-queen per cui i balletti su "Tutta tua" si sprecavano!

    RispondiElimina
  5. no per me la puntata migliore di Nonèlarai è quella del balletto "tic e toc" o come cazz si chiamava e la tipa con i capelli lunghi (c'era la bionda capello corto e la bionda capello lungo che si dimenavano come delle impasticcate) si spatafascia per terra.. ce l'ho perfino salvato nel cellulare quel video da quanto mi fa ridere, ho le lacrime solo a pensarci XD che poi non è tanto la tipa sfigata che cade a far ridere, ma la gioia immensa dell'altra (stronza!) che non aspettava altro per avere il suo momento di gloria e ballare tutta sola.. ah che bei momenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elettrica Neri30 ottobre 2012 20:35

      Link! Grazie!

      Elimina
    2. ogni vostro desiderio è un ordine.
      http://www.youtube.com/watch?v=TlJ5oRbWC3I

      Elimina
    3. Elettrica Neri31 ottobre 2012 19:44

      Oh ma in questo link non si spatacca a terra nessuno! :(

      Elimina
  6. e fiori d'arancio a non è la rai, con quella magranaturale della mosetti - quella stronza - che si sposava e con nancy brilli già di gomma che faceva da testimone, tu te la ricordi? è successo pochi giorni prima (o dopo?) la chiusura del programma. e io piangevo. e c'erano eleonora, angela, ilaria, marzia (c'era una marzia? c'è sempre una marzia dai) e non mi ricordo chi con ridicolissimi vestiti rosa, e io volevo la frangia di quella magranaturale della mosetti - quella stronza - ma soprattutto le gambe. e c'era riccardo rossi che faceva l'inviato. no dico. le perle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. marzia aquilani, io volevo essere lei. Lara devo tornare in analisi.

      Elimina
  7. ma soprattutto: io ero forse l'unica a bramare un'operazione alle adenoidi per la petrarolo?

    RispondiElimina
  8. Elettrica Neri30 ottobre 2012 20:31

    APPLAUSI. MILLE MINUTI DI APPLAUSI PER QUESTO POST.

    RispondiElimina
  9. amici e amiche, con il cuore, vi giro un link che mi hanno dato stamattina. L'ho un po' snobbato, e invece è LAGGIOIA.
    Dovete mettere il like e vedete tutto i video.

    https://www.facebook.com/pages/Marko23v-The-Best-of-Non-%C3%A8-la-Rai/255161387827839

    RispondiElimina
  10. No vabbè Dani ma lui QUANTO è bello???

    Ora grazie a te passerò la serata a vedere vecchi video di non è la Rai e a cercare foto di grignani quando era giovane e quando ancora non era gonfio... Te volo bene!

    Cate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero? vero? vero? oddio cate quanto ti abbraccio forte!

      Elimina
  11. CAZZO, GRAZIE PER QUESTO POST, CAZZO GRAZIE!

    Senza ombra di dubbio, guardare "Non è la Rai" è il ricordo più bello, più dolce e più felice di tutta la mia vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sara lo sapevo che avresti apprezzato <3

      Elimina
  12. Tu sei una meraviglia. Quanto ho riso... ;-)
    Em

    RispondiElimina
  13. Le risate! Io bramavo il finto microfono che usavano tutte le ragazze di Non è la Rai. Lo volevo con tutto il cuore e, ancora oggi, non l'ho dimenticato. Gialuca Grignani era fregno davvero (mio fratello, ai tempi, era uguale).
    Margherita

    RispondiElimina
  14. tre colpi pur'io...con quei capelli, mmmh.

    RispondiElimina
  15. http://video.giovani.it/gianluca-grignani-festivalbar95-ascoli.html
    chi nn ha amato questo ragazzo arrapante da morire, io vedevo non è la rai quando nn acora sapevo di esserre gay... e v'ho detto tutto, poi mi sn spiegato tante cose!!!

    RispondiElimina
  16. bellissimo post, mi ha fatto schiantare... e grignani qui era davvero strafigo... Ma adesso che fa??? Cià ancora i capelli? Grazie, grazie, sentitamente grazie :-)

    RispondiElimina
  17. io ero piccina picciò, eppure ero una fan sfegatatissima...
    non ti dico la gioia estrema quando incrociai la Ambra in quel di Brescia... alla memoria mille giorni tutti meravigliosi, come un carnevale con la varicella in cui ballavo con quelle gallinacee...
    che bei momentoni!

    RispondiElimina
  18. http://www.youtube.com/watch?v=QNpxjQdPOzg&feature=fvwrel
    Son passati 20 anni anche per loro...ma io le vedo ancora coi vestiti anni '90. Ne vogliamo parlare di quelli???
    Ila

    RispondiElimina
  19. Ricordo benissimo questa puntata e di aver pensato che si vedeva un casino che stava cantando in playback. come ricordo quando a un certo punto hanno modificato il format facendo sfilare le ragazze per decretare una vincitrice (che poi de che) col televoto che c'era Ambra che diceva che avevano votato in 5 milioni per l'una o per l'altra ed era talmente inverosimile che anche ad una ragazzina di dieci, dodici anni come me non la facevano.

    RispondiElimina
  20. Che cosa mi hai fatto rivivere! Anche io non perdevo una puntata di Non é la Rai ma questa scena tra Grignani e la Gioffi proprio non me la ricordavo. Certo che lui era di una bellezza!!!!

    RispondiElimina
  21. Non ci credo, stavo girovagando tra i blog e sono capitata qui, neanche ricordo più come, e cosa vedo? Uno dei momenti di Non è la Rai che si è inciso nella mia mente in maniera indelebile. Non l'avevo più rivisto ma lo ricordavo benissimo. Da lì è partita la mia ossessione per Grignani (quanto mi piaceva in quel periodo, onestamente mi piace ancora ma lì era proprio il periodo dell'ormone a mille!) e quanto invidiavo lei!!! Fantastico, hai guadagnato una follower!
    Ho guardato il video con il sorriso stampato in faccia come una cretina!! ^.^

    RispondiElimina
  22. Io ricordo con commozione tutto quel periodo.
    Al saggio di scuola io ho fatto "Tua Tua" con altre 4 psicopatiche... Un successone.
    Mi hai fatto ritornare indietro di una vita: alla mia ciocciosità pre adolescenziale, alle cose attillate pure se c'hai la panza a quel fregno di Grignani che se ammazzava de canne. Che bei tempi... Quanto amore...

    Comunque per la cronaca pare che Grignani i colpi li diede ad Ambra e per molto.

    Vi dono questo: http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=7303220

    <3

    RispondiElimina
  23. Svegliata da un incubo infernale e da un mal di pancia altrettanto terribile...in piena notte e con gli occhi che mi bruciano...scopro di essere un post. non un personaggio di un libro di Flaubert, ma un post. questo.

    visto che "siamofigliediquestasocietàecirimanepocapoesia"...da exfansfegatata di Grignani...(tanta robba, non robetta...della serie 15 concerti in un mese, conoscere tutti i turnisti, moglie, mamma etc)...vi regalo questa chicca...:
    si dice...quasi con certezza che "Le mie parole" sia dedicata e parli di Ambra...con cui c'è stata una storia...breve, ma una storia...
    ora...la Gabanelli ci fa una pippa. Baci&Abbracci a tutte!
    p.s. come era bello...come era bello essere così piccole e pensare che fosse stupendo e strano e non strafatto!
    non avrei avuto uno straccio di problema sentimentale se mi fosse piaciuto quel sottone di Massimo Di Cataldo all'epoca.

    http://www.youtube.com/watch?v=AR6qCFSIlBU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piaceva anche Massimo di Cataldo, ero una adolescente da 'ndo cojo cojo. <3 <3 <3 Questo voglio dai miei lettori, LA VITA VERA VERISSIMA.

      Elimina
  24. Grazie per questo post, per questo tuffo nel passato, per questo scorcio di anni 90, per questo bonissimo e sbarbato Gianluca Grignani!

    ang
    www.madamelagruccia.blogspot.it

    RispondiElimina
  25. Ciao!
    Ho iniziato a leggere il tuo blog e mi rivedo molto in ciò che scrivi.
    Anch'io adoravo "Non è la Rai", vestivo Phard e simulavo balletti!

    RispondiElimina
  26. Adoro ogni post di questo blog! È di solito non lo paleso, cosa che dirà il 90% di chi scrive che non scrive mai commenti! Mi ritrovo in quasi tutte le singole righe, ma spesso penso sia normale, ma arrivata qui, trasalgo, anche questo? Anche la puntata che ho registrato e rivisto fino a consumare il VHS?
    È quando Grignani tornò?

    Brava!!! C.

    RispondiElimina