domenica 25 novembre 2012

Siamo tutte Brenda Walsh

Visto il planetario successo della rubrica Riti di passaggio, ovvero Momenti televisivi fondanti di un'identità, è il caso di ricordare un altro tassello fondamentale di quel puzzle di inadeguatezza che era l'adolescenza negli anni '90.
Quando ero piccola credevo che il massimo della goduria fosse vedere Saranno Famosi, specialmente la puntata in cui Doris batte la testa e sogna di essere nel Mago di Oz, e poi un giorno è arrivato Beverly Hills 90210 e nulla è stato più come prima.
C'era tutto: la bionda, la mora, la cretina, la secchiona, il mare, i surf, le tettine, gli anfibi, le gonne lunghe di velluto che non è che ti facevano grande il culo, sembravi proprio il divano di nonna messo in verticale, c'erano le frangette laccate e c'era Dylan, e aveva quelle magliette bianche e il giacchetto di pelle (James Dean copyright) e la droga e la moto, e io ancora non sapevo che nella vita vera poi mi sarei scelta il più (anche fisicamente) Brandon Walsh che potessi incontrare, quindi lo amavo maledettamente e soffrivo per il suo rapporto col padre come se fosse il mio.
Dylan naturalmente lo volevano tutte, soprattutto Kelly Taylor, la bella e ricca della scuola, quella che nelle prime serie era la più figa, poi deve essere arrivata una sceneggiatrice avida di vendetta, perchè nelle serie dopo viene stuprata, drogata, derubata, ingannata, lasciata, tradita, quasi bruciata viva in un palazzo. È il karma, Kelly, stacce.
Tra le mille puntate, una in particolare avrebbe dovuto insegnarmi tanto e invece la sottovalutai, troppo impegnata a imparare il balletto dell'esibizione di Emily Valentine, in cui comunque scoprii l'importanza di un tubino nero stretch, che poco non è.
La puntata è quella in cui Brenda lascia Dylan.



Analizziamola insieme.
Intanto i Rem di sottofondo, che tutti sanno che solo i Baustelle portano più sfiga a una coppia, e già si intuisce che non è una buona serata. Lui vuole chiaramente pomiciare mentre lei è sconvolta, ha tanti pensieri strani, certo lui quant'è sexy (con quella fronte chilometrica e quelle tredici battute in dieci stagioni) e lei sotto sotto è felice di aver fatto l'amore e di essere quasi rimasta incinta e di essere stata per questo lapidata dai suoi genitori bigottoni provincialoni, ma sente allo stesso tempo di aver "oltrepassato un confine immaginario" perché adesso deve prendere la pillola, andare dal ginecologo, ha l'ansia, pora stella, non se la sente.
Dylan la rassicura, "tu hai solo paura" le dice, l'abbraccia pronto a rimandare la perfetta ammucchiata in macchina perché sta stronza c'ha le paturnie, e lei, invece di ringraziare iddio e la madonna tira la corda, gioca col fuoco, caga fuori dal vasetto.
Crede che sia meglio lasciarsi.
Brenda sei seria? stai a fa na cazzata, lo sai?
Brenda non sa che da lì in poi sarà tutta in salita, che le fans la odieranno per aver sputato nel piatto in cui tutte avremmo voluto mangiare, non sa che la pillola ti fa pure dimagrire se scegli il dosaggio giusto, non sa soprattutto che come ti muovi una Valerie Malone ti fulmina.
L'inetta non sa, eppure agisce.
Come da lì in poi avrei fatto io tutte le volte che mi sono trovata nel panico con un uomo.
Il delirio di onnipotenza di quando qualcuno ti ama nonostante la tua mediocrità (e nonostante un occhio tre centimetri più in basso di un altro) fa dei danni che nemmeno nella finzione si possono recuperare, figuriamoci nella vita reale.
Da lì in poi sarei stata Brenda Walsh, e Lelaina Pierce, e Joey Potter, e Rachel Green, e Carrie Bradshow, reginette dell'autosabotaggio sul piccolo e grande schermo, personaggi che del "vediamo dove arriva" hanno fatto la loro fortuna televisiva, e questo solo e soltanto perché a guardarle c'erano cretine come me, donnette malate di drama, anne karenine del nuovo millennio, mentecatte che non avevano capito che poi, in fondo in fondo, al di là di ogni capacità di autocontrollo, quello su cui puntare non era Dylan.

Era David.

28 commenti:

  1. Favoloso post! dopo "Fighe domani", dovresti creare il sottogruppo "Regine dell'autosabotaggio"... e comunque, sì, era David quello su cui puntare, decisamente :)

    RispondiElimina
  2. Stazzy, SI CAZZO, si... a parte che io non sono mai stata del team Dylan (semmai Brandon, in certi periodi c'avevo pure visto lungo con David) , ma Brenda è sempre stata una di noi. E Kelly tutta la rogna che ha avuto se l'è meritata.
    Cmq se sai di una pillola che fa dimagrire PASSALA....

    PS Più menarogna dei Baustelle io direi anche i Tiromancino, che già dal nome portano sfiga.

    Zit

    RispondiElimina
  3. Si, ma qando scopre che Dylan si sbatte kelly è ancora meglio...! :)

    Cate

    RispondiElimina
  4. Rinnovo in 90 minuti di applausi!
    Quelle menate alla Brenda, a suo tempo, le ho fatte pure io cazzarola...

    Ma in ogni caso, alla luce dei 30 anni, siamo pro Aiden e pro Mr. Big?? Cioè almeno Beverly Hills ci ha insegnato qualcosa o siamo recidive?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io con un Aiden ci sto felicemente da quasi 7 anni.

      Elimina
    2. ma infatti stazz hai capito perfettamente che il trucco era porprio quello, stare con aiden. Pensa invece stare con Big e stufarsene, pensa.
      Betty marcia

      Elimina
    3. Nooo volere Mr Big, prenderlo, tenerlo e poi stancarsi... E'la fine!

      Quoto il low profile Aiden che nel lungo periodo non sfinisce!

      Elimina
    4. Che comunque "Aiden low profile" una sega perché è comunque quello che c'ha l'attività in proprio, fa l'artista ma ci guadagna pure, ha i soldi ma non lo fa vedere, compra la casa ma non mette pressioni... E ce credo che poi appena trova quella che non rompe se la sposa, figlia e ciao ciao ci vediamo a Dubai! Sto rivedendo Sex and the city in questi giorni, e da grandicella dirò: che dù palle Carrie, ripigliate! (Post meraviglioso)

      Elimina
    5. Ma David nin era gay? Comunque, plauso al post

      Elimina
    6. Ma David nin era gay? Comunque, plauso al post

      Elimina
  5. Stazz, mica penniente io sono quindici anni che porto la frangia cazzo! Chicca

    RispondiElimina
  6. Dylan non mi è mai piaciuto.
    David da sempre e per questo isolata dalle amichette!

    RispondiElimina
  7. Bel post.......e direi pure che oggi sarà difficile trovare chi non ha visto neppure una puntata si b.h.90210......era un cult x noi ragazze......immedesimate tutte nella brenda,ed oserei dire anche non sdegnato da alcuni boy.....e c' era pure chi come me fece la raccolta delle figurine con tanto di album della serie......Si lo ammetto......son arrivata anche li...;-)))))))) By VERY.

    RispondiElimina
  8. Io amavo Brandon, unica fra 6 compagne di classe e venivo pure sbeffeggiata.
    Due anni dopo, io mio facevo il Dylan del Paesello, che poi si è messo con la mia acerrima nemica.
    Ma hai ragione tu: non abbiamo curato abbastanza David, quello è cresciuto, e una Megan Fox qualunque ce l'ha portato via.

    RispondiElimina
  9. Ti dico solo che ero pazza di Steve.
    Per dire, come sto messa.

    RispondiElimina
  10. Ma io a distanza di 20 anni ancora non ho capito perché lo aveva lasciato. Sono scema io o è scema lei? mi aiutate, per favore.Sarà che io ho sempre amato David, facendomi deridere da tutti...

    RispondiElimina
  11. STO MORENDO "13 battute in dieci stagioni".

    non ce la faccio a smettere di ridere!

    L.

    RispondiElimina
  12. Davvero davvero davvero la Verità.

    RispondiElimina
  13. moio dalle risate! E anch'io avevo un debole per Steve. Secondo veniva David però.

    RispondiElimina
  14. adorabile quanto veritiero post :)

    RispondiElimina