giovedì 14 marzo 2013

Alcuni luoghi comuni su di me che non posso sfatare

Quando si arriva a quasi trentun anni le cose sono due: o si è felici di come si è o si è già troppo stanchi di cambiare.
E il post potrebbe finire qui.
Trentun anni non sono pochi e non sono troppi: nella maggior parte dei casi ci siamo tutti laureati e lavoriamo, qualcuno ha una casa di proprietà, altri sono in affitto, storie lunghe alle spalle, operazioni e cicatrici, un bel po' di km di viaggi, passioni sfanculate, una giusta dose di dolore che non è mai abbastanza, amici coi figli, cugine divorziate.
Io c'ho un po' di tutto, a parte l'interesse a fare un bilancio. In compenso mi rendo conto che, per quanto io odi quelli che dicono "sono fatto così" sento la necessità di confessarmi in una nuova rubrica dal titolo

Se avessi i soldi tornerei in analisi
ovvero
           Come Stazzitta sopravvive a se stessa, nonostante il reciproco tentativo di omicidio
 
La top 5 dei luoghi comuni su di me che non me la sento più di sfatare, ché il tempo lo perdiamo a fare altro.
 
1- Sono una stronza. Lo sono, inutile fingere. Non ho nemmeno troppi alibi per giustificare il fatto che lo sia, mi piacerebbe inventare storie tristi di abusi e cattiverie familiari ma niente, sono stata una bambina amata, ho avuto amici, giocattoli, cibo in quantità, la domenica si andava al mare e non mi facevano aspettare nemmeno troppe ore prima di fare il bagno dopo mangiato. Sono una stronza perché intuisco il marcio (del resto intuisco il mio) e non c'ho voglia di nasconderlo, di farvi credere che non me ne sia accorta (del resto non nascondo il mio), se siete delle merde io lo dirò e se ancora non sapete di esserlo io vi aiuterò nella presa di coscienza. Io non faccio MAI finta di niente. Mi spiace, è così. Li vedo i vostri sguardi un po' a disagio quando dico ad alta voce qualcosa di insostenibile (che però state tutti pensando) e percepisco il biasimo silenzioso, ma più lo percepisco e più vado avanti, che il biasimo silenzioso per me è la forma più spregevole di moralismo possibile. Se volete davvero stare con me vi accollate il pericolo di essere scoperti, sennò amici come prima.
 
2- Mi piace stare al centro dell'attenzione. Questo post ne è la prova. Nella maggior parte dei casi è perché vi trovo noiosi e perché quello che succede nella mia testa mentre commento da sola quello che vedo e che ascolto è enormemente più divertente di quello che succede. Ci provo, ma ho il dono della battuta pronta e non si spreca mai un talento. Non facciamoci sto torto, dai.
 
3- Mi sento una fica. Sono bella tonda, ho un taglio di capelli per molti discutibile (Fantaghirò perdonali, non sanno quello che dicono), mi vesto da Zara, eppure nove volte su dieci mi sento una bomba di donna. Fighedomani poteva uscire solo da me (e da quelle come me) perché meglio di altre conosco il continuo altalenare tra il delirio di onnipotenza da "mondo guardami" e il rifiuto del corpo, entrambi sempre e comunque risolvibili con una bella carbonara. Non ho indossato una calza color carne dopo il 1995, non esco mai completamente struccata, ho una piastra per capelli da quando molti di voi non avevano nemmeno il cordless a casa, vi giudico nei vostri piumini lucidi e nelle vostre hogan, e pur nel timore del confronto con quelle più belle di me, non mi sottraggo mai, che finora son più le soddisfazioni che le sconfitte. Il punto 1 e 2 contribuiscono parecchio.
 
4- Flirto. Non c'è un cazzo da fare. Sono fidanzata da secoli, ormai lo sapete, eppure quel giochetto del cazzo che fanno le donne e gli uomini di mandarsi per funghi con battutine e allusioni io lo faccio. Più per un esercizio di stile che per altro, solo per il gusto della conquista (punto 2 e punto 3, a bestia), non si va mai fino in fondo, ma è un'arte, quella dello stuzzico, che si affina giorno per giorno e che, se si impara poi viene spontanea, naturale, come respirare. Poi io rido e faccio ridere, e come diceva qualcuno di un po' banalotto ma sicuramente flirtone come me e come voi, ridere è il miglior preliminare di sempre.
 
5- Mento. Non per cattiveria, non per mancanza di memoria, non per rifiuto della realtà. Mento e basta. A volte, anche senza motivo. Credo di poter affermare che sia un dato di fatto da accettare senza alcuna ricerca di cause e conseguenze. Mento. C'è chi si mette le dita nel naso, io dico le cazzate. Poi scrivo post come questo in cui invece dico tutta la verità, ma non fidatevi di me. In generale non fidatevi di nessuno. Se vi dice bene è comunque uno che si mette le dita nel naso.
 
 
 
E state tranquilli che in analisi, comunque, ci voglio tornare.

 
 


23 commenti:

  1. io..ho adorato. e sono in trip adesso perché sto pensando ai miei 5 punti.
    silvilag

    RispondiElimina
  2. Pensavo di essere solo io a mentire, flirtare ed essere stronza. Stronze oggi, Fighe domani!?

    RispondiElimina
  3. Sorella! Dove sei stata tutto questo tempo?
    L.

    RispondiElimina
  4. Una stronza, egocentrica ed egoriferita, piena di sè e presupponente, traditrice e pure bugiarda. Così sei se ti leggiamo nelle etichette che ti sei data. Ma se leggi "nelle" righe che scrivi c'è un'altra "tu": schietta, personalità da leader, consapevole dei propri punti di forza e della propria femminiltà, anche nei rapporti con l'altro sesso, bugiarda (che quello non è un vero difetto, dipende dalla circostanza). Questo mi ha insegnato l'analisi: tu sei migliore di quello che racconti. Tutto sta nel crederci. E io lo faccio raramente. Quindi mi tengo i soldi insieme al fastidio di essere me.

    RispondiElimina
  5. A mia discolpa devo dire che sono in fase premestruale.

    RispondiElimina
  6. Mi piacevi e mi piaci ancor di più.

    @_yournoise

    RispondiElimina
  7. Io mi metto le dita nel naso, sarai mia amica lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sì, sono una stronza ma non fino a questo punto.

      Elimina
  8. bello sapere di non essere la sola brutta persona,
    in questo mondo di brave persone.
    M.

    RispondiElimina
  9. per me sei fica per davvero veramente comunque

    RispondiElimina
  10. Secondo me quel taglio di capelli ti sta benissimo!

    RispondiElimina
  11. Ti leggo da tanto e di solito me ne sto ben zitta, ma stavolta non posso. Grandissima. Se ci dovessimo mai incontrare probabilmente ci prenderemmo a sberle dopo cinque minuti. Ti stimo come stimo me. Brava.

    RispondiElimina
  12. LO SAPEVO che mentivi quando hai detto che non hai più la cellulite!!!
    Ce l'hanno tutte. TUTTE!

    RispondiElimina