mercoledì 27 marzo 2013

I TO DO della mezza stagione che non c'è più 2013

La prima cosa che voglio dire è che Marzo ha sminuzzato le palle.
La seconda cosa che voglio dire è che Marzo ha sminuzzato le palle.
Entriamo nel vivo del post che in questo periodo di cittadini al governo (ma prima che erano?) e troie in parlamento aprirà un varco di luce nelle profonde angosce del nostro domani incerto.

I TO DO DELLA STAGIONE CHE NON SI CAPISCE SE PIOVE O FA CALDO 2013

Un inverno duro si è appena concluso, ho visto donne e uomini confusi alle prese con elezioni papali, scie chimiche e calze velate, e la primavera ci dà un po' di vantaggio forse perché Dio ha deciso di esistere e far piovere in eterno o forse perché siamo tutti terrorizzati dalla collezione nuova di Zara, che io dico, davvero, i fiorellini gialli e le spalle a bottiglia di CocaCola, ma perché?
Come al solito 5 punti, tatuateveli nell'interno coscia fino all'estate, poi torno e ne riparliamo.

1- Ricominciate a fumare. Lo so che qui dicevo di smettere, ma era tanto tempo fa e in giro non c'erano tutte le sigarette elettroniche che ci sono ora. La sigaretta elettronica è l'antigrazioso per eccellenza, mi ricorda di quando da piccola facevo finta di fumare con la bic, e sparge nell'aria quell'odore strano di cadaverino e fragola, di polvere e castagna, di disagio e speranza che mi disgusta. Lo so che vi salva la vita, è l'unico motivo per cui vi concedo di comprarle, ma abbiate pietà, almeno niente cordoncino per il collo.

2- Fate la radio. Lavorare in radio nel 2013 è come fare il dj nel 2012, ve l'ho già anticipato. Io stessa faccio la radio. Trovate una trasmissione qualsiasi, imbucatevi come Paolini in quelle degli amici, fatevela da soli a casa se siete smanettoni illuminati (non è il mio caso), l'importante è mettere un link sulla pagina di FB in cui dite che da tale ora siete IN DIRETTA da qualche parte. La gente oggi impazzisce per la radio, se continuiamo di questo passo tra circa ventisei anni tornerà di moda vedere Beautiful e avremo un mondo finalmente migliore. Aspettiamo pazienti.

3- Bianco e nero. Basta con i colorini e i coloroni. Le case migliori che ho visto ultimamente erano bianche e nere, e lo stesso si dica per outfit, grafiche di siti, accessori, macchine, robe di design, capelli. Non ho quasi nemmeno voglia dell'emerald 2013, voglio solo il bianco e il nero. I rossi ce li teniamo per il 2014, sempre che ci si arrivi. E se anche David Bowie fa la copertina del disco in un Helvetica rigorosissimo super basic, cos'altro vi serve per essere certi (cit.)?

4- Intendetevi di Social Media Marketing. Lo sapete, è uno dei miei due (due?) lavori, eppure non mi sognerei MAI di fare un post su come si sta su Twitter o cosa bisogna fare per essere pizziccati su LinkedIn, perché per me il "fai come ti pare" regna sovrano, soprattutto sui social network, dove, dal lavoro alla figa, chiunque cerca quello che vuole. Invece a quanto pare va un casino. Prendete il vostro blog, fate un bel duecentoquaranta righe sulle regole della buona convivenza con i vostri followers o sui trucchi per diventare un influencer di successo e mi raccomando allegate listino prezzi, non fosse mai che la gente pensi che dietro tutta quella voglia di socialità ci sia un entusiasmo sincero. Le polemiche si sprecano, e basta un po' di qualunquismo per cavalcare l'onda, ma ricordate: siamo in mille mila su Twitter, leoni e gazzelle altamente sostituibili e ogni santo giorno io incontro qualcuno più simpatico di me.
Figurati di te.

5- Fate tanto all'amore. Rilanciate il trend, da recenti sondaggi tra le mie amiche ( io no, no no, io no, vi dico di no) ho scoperto che la gente fa poco all'amore, e non va bene. Avrete la pelle più distesa, brucerete calorie e vi sentirete così belli da pensare di non doverne poi bruciare molte altre, dormirete meglio, mangerete meno, indosserete meno i vostri vestiti e vi sembreranno sempre nuovi, risparmierete soldi stando a casa e sarete meno irascibili sul lavoro. E la regola aurea è che se avete tanto sesso da fare, sti cazzi delle sigarette, della radio e del social media marketing. Nel dubbio, scopare. Sempre. Date retta a me.

16 commenti:

  1. Punto 5 uno stile di vita (che poi si dorma meglio con un braccio di un tipo piantato tra le vertebre e svegliandosi con due occhiaie da wwf per l'attività aerobica orizzonataleverticalediagonalesoprasotto è tutto da dimostrare), ma insomma ce basta e c'avanza. A quel punto l'1 diventa un vezzo per sporgere le labbra a mò di francesca dell'era (ma se proprio volete l'elettronika - musica a parte - comprate quella a forma di sigaretta e non di flauti Mulino Bianco con bottoncino incorporato), il 2 un modo per rimorchiare e passare al 5 in fretta e furia, il 3 equivale ai colori dell'intimo buono per ogni stagione, il 4 un minipimer di cazzate in cui chi urla di più urla meglio, chi ride di più ride meglio ma alla fine era meglio "farti il filo", "le poste sotto casa" e "seguirti fino in capo al mondo" piuttosto che followarti. Maledetta Primavera.

    RispondiElimina
  2. Social-cosa anch'io, e anch'io sostengo che il faccio quello che la mia testa mi dice di fare sia la tecnica migliore. Insomma, sei un essere umano pensante, a che ti serve una guida per capire che se dici quella determinata cosa nessuno, nes-su-no, si interesserà a te e, anzi, scasserai solamente la beneamata? Boh.

    Per tutto il resto, mi sa che questo te lo RT.

    RispondiElimina
  3. Perlamordiddio ricominciare a fumare no! Ho smesso a settembre dopo aver fumato un pacchetto al giorno per dieci anni buoni; ammetto di aver provato l'elettrosiga ma giusto per un mese, poi ho mollato anche quella.
    In questi sei mesi ok, ho messo su qualche chilo (che sto faticosamente smaltendo) ma:
    -sembro più giovane di parecchi anni;
    -emano un gradevole odore di pulito;
    -ho risparmiato circa mille euro che mi appresto a spendere in oggetti meravigliosi e inutili.
    Poi vabbe' ci sarebbe pure la salute ma sorvoliamo.

    Val

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. O solo tremendamente primaverile, non saprei.

      Elimina
  5. Ti amo
    Ilaria di facebook (semmai ti ricordi di me)

    RispondiElimina
  6. ("Semmai" riuscissi anche a farmi capire e a usare un italiano decente!)

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. il vero problema e' che in radio il bianco e il nero non si vedono

    RispondiElimina
  9. tu sei colei che esprime i miei pensieri i quali non riesco ad elaborare in forma scritta visto che sono una ciofeca. ti amo e ciao.

    RispondiElimina
  10. Ti amo anch'io mi sa. Se posso ;)


    "e ogni santo giorno io incontro qualcuno più simpatico di me.
    Figurati di te."
    Genia

    RispondiElimina