giovedì 11 aprile 2013

Bad loop

C'è questo mix di autoindulgenza e autocensura a corrente alternata che funziona tantissimo, che fa venire i capelli splendidi e il magone fisso, che se non lo avete ancora provato e avete la mia età le cose son due, o siete morti o siete salvi.
Prendete una cosa che volete e non potete avere, rendetela l'unico pensiero della giornata, ossessionatevi quanto basta per farvi un po' pena da fuori e un po' rabbia da dentro, arroccatevi su una posizione comoda ma non troppo, del tipo "non è giusto" o "non è un problema mio" o trovatene una inedita che si adatti al vostro caso, di stronzate la testa è piena, non avrete difficoltà.
Poi pensate alla cosa, poi pensate a voi, poi pensate a voi e alla cosa insieme, poi pensate a tutti gli altri personaggi coinvolti nella cosa e staccateli da voi e dalla cosa, che la cosa è vostra, il modo in cui gli altri la gestiscono è non è di vostra competenza, ricordate "non è giusto/non è un problema mio".
Proprio mentre siete lì, col vostro film e la vostra sceneggiatura, immersi nella ragione fino al collo, a cullarvi in quei "fai bene" che tutti vi dicono, fermatevi un attimo a riflettere sul quel saporaccio in bocca da contento e coglionato e guardatevi le mani.
La cosa non c'è, non l'avete comunque, sto petto gonfio che tanto mostrate a che vi serve?
Allora iniziate a biasimarvi, a farvi un po' tenerezza, a castrarvi i pensieri e le azioni, a giudicarvi un po', solo un pochino, riscoprite lungimiranza e buon senso, morale e etica, paura e fatica. Sgonfiate il petto, chinate il capo, sentitevi di merda. Riprendete tutto in mano, il senso della realtà è vostro amico, e per quanto nascondiate benissimo la polvere sotto al tappeto ricordatevi che se siete allergici, vi farà starnutire pure da lì.
Pensate agli altri, non siate egoisti, non siate cattivi, non siate ingenui.
Poi andate a dormire, lasciate fare al vostro inconscio.
Lui sì che la sa gestire.
La mattina dopo, con un bel sogno invalidante sulle spalle,
ricominciate tutto daccapo.

15 commenti:

  1. Daje stazz. Never give up. Ce la poi fa'!

    RispondiElimina
  2. particolarmente bello, quasi da brividi :)

    http://lorecianfa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. ...e se quella cosa la volessimo così tanto proprio perchè non la possiamo avere?

    RispondiElimina
  4. funge anche col desiderio di maternità?

    RispondiElimina
  5. Minchia come hai ragione!!:) Francesca

    RispondiElimina
  6. Oggi è una di quelle giornate da capelli splendidi e magone fisso. Vorrei almeno un sogno invalidante per darle un senso. Confido nella notte che verrà.

    RispondiElimina