sabato 15 giugno 2013

Roba di fianchi

 
Potete fare finta di non conoscermi e di non leggermi.
Io faccio finta un sacco di volte. Tipo adesso, tipo sempre.
 
Il punto è che mi hai tolto il cazzo ed è tutto quello che voglio.
Il punto è che mi hai tolto i fianchi perché una volta me li hai morsi e mi avresti poi, ma non potevo ancora immaginarlo, strizzato un capezzolo, e mi ricordo perfettamente dove e come ero messa e come mi guardavo da fuori e mi piacevo e mi piacevi e mi sarebbe bastato per quell'eternità, anche senza un nome, anche senza parlare, anche senza niente. Il punto è che ero alta e lunga e bianca e tu lo stesso, e se lo sei lo sei, non puoi smettere se non vuoi smettere, e io proprio non volevo e non vedo perché no. Non vedo perché no.
Il punto è che l'orgasmo pareggia i conti, l'orgasmo è democratico e random, capita a chi se lo sa prendere, come la riffa a natale, solo che figlio mio, il biglietto al tabaccaio lo devi cazzo comprare altrimenti poi non vinci e dio solo sa quanto il tuo ego spropositato abbia bisogno di un trofeo da poggiare sul camino.
E io mi sarei fatta esporre, mi sarei fatta lucidare, avrei ascoltato storie su come mi avevi ottenuta, solo per essere premio e contesa, simbolo di una vittoria che tanto poi si fa a metà, da squadra io e te. E avrei sorriso e avrei fatto l'occhiolino da stronzetta, e detto qualcosa di banale e scontato da una sola sfumatura di grigio, che tanto non ci avresti mai creduto, che non c'è niente di più rivelatore del sesso, nemmeno quando fingi, che il momento in cui fingi ti stai dicendo tutto e va bene così, va bene così, va benone così, guardami va benissimo così, pensa di me quello che vuoi, che a me va bene così.
Il punto è che non mi serve nessuna spiegazione, è solo che ho un altro fianco che non è stato mai morso e sta dallo stesso lato del capezzolo che non mi hai stretto e l'equilibrio è alterato e i giapponesi mi dicevano che sono perfettamente simmetrica a parte un neo sul naso piccolo piccolo e chi siamo noi per smentire i giapponesi? chi siamo noi per farmi un altro neo sul fianco mai morso, come una cicatrice al contrario, come un segno che manca e mordimi, cristo, mordimi adesso, che non c'ha senso che ci sto pensando e non lo sto facendo.
Levagli le n di No al senso e mettigli le s di Sì al sesso. E smetti di farmi fare sti giochini di parole di merda, e toccami.
 

6 commenti:

  1. Com'è finita? (No perché fanno tutti così, x sapere se si era abbassata la media)

    RispondiElimina