martedì 11 febbraio 2014

There is a light

Nella nuova casa non entra un tavolo, almeno per ora, perché i single sono così, si adattano e si accomodano, sempre tranne che d'inverno, quando per mangiare il brodo devi ustionarti le cosce seduta sul divano.
Ho preso questa abitudine di rientrare e non togliere le cuffie, mi spoglio, mi metto dei pantaloni comodi e giro scalza da una stanza all'altra col telefono in tasca e la playlist che va, canto, sicuramente stono e sti cazzi.
Ora per esempio mangio con gli Smiths in sottofondo e un cucchiaio di ferro di mia madre così sottile che mi taglia i bordi delle labbra e col brodo bollente non vi dico la goduria.
L'alternativa era un passato di verdure. Il cucchiaio restava lo stesso.
Comunque
And if a double-decker bus
crashes into us
to die by your side
is such a heavenly way to die
And if a ten-ton truck
kills the both of us
to die by your side
well, the pleasure, the privilege is mine
è un ottimo modo per dire a qualcuno che lo amiamo e mi sentirei libera di consigliarlo, anche se non è vero, anche se non è possibile, insomma forzate ste porte del reale se proprio dobbiamo essere liberi, anche se avete la moglie a casa e anche se c'è il pericolo, poi nel profondo, che uno ci creda, poi nel profondo, all'amore, poi nel profondo.
Io, per esempio, ho un'età per cui ho imparato che non succede nulla a mentirsi e so che l'iperbole è necessaria, strutturale, non solo decorativa.
Perciò non ti ho mai amato così tanto come stasera, e non ho mai voluto nessuno qui sul divano con me, a ustionarsi le cosce e tagliarsi le labbra, come te, adesso.