mercoledì 6 maggio 2015

What's more important?

Dieci minuti fa ero su Twitter. Su Twitter, non perdete di vista questa informazione, è centrale.
Ho visto questa vignetta, retwittata da uno degli account che seguo.



C'è una coppietta seduta su una panchina, si tengono la mano, lei guarda romanticamente un uccellino, lui è tutto preso dal suo cellulare e dai cinguettii virtuali. 
La caption dice "Cos'è più importante?"
Ecco, io mi sono rotta le palle.
Cosa dovrebbe essere più importante? l'uccellino vivo e vegeto sul ramo?
Un passero fischiettante su un albero in fiore dovrebbe essere più importante di persone che parlano tra di loro o esprimono dei pensieri?
Questo delirio di puri di cuore che proteggono il nostro contatto con la realtà e demonizzano i social network come unica allegoria dell'individualismo contemporaneo, sta raggiungendo vette francamente insopportabili. Manca l'aria.
Qualche considerazione:
- Non sapevo così tante cose sui miei amici come da quando le leggo su Facebook, soprattutto perché l'algoritmo me ne fa vedere di più di quante qualunque aperitivo dopo-lavoro riesca a fare. 
- Non frequentavo così tante persone interessanti, anche persone-con-cui-sarebbe-bello-stringersi-la-mano-su-una-panchina, come da quando ho Twitter e seleziono all'ingresso le mie conoscenze, grazie a interessi in comune e prime impressioni a volte folgoranti.
- Non riuscivo a essere partecipe di eventi e iniziative della mia città (compresa anche roba culturale, che cazzo ne so, Cechov rifatto in sanscrito da un gruppo di lesbiche femministe no tav e biodegradabili in un teatro occupato sottratto alla mafia), come da quando sono iscritta a newsletters e gruppi che mi informano per tempo e con dovizia di informazioni, magari regalandomi anche sconti e facilitazioni.
- Non ricevevo così tanto piacere dal cazzeggio da quando andavo per giocare alla Biblioteca Nazionale e ho trovato un catalogo di Cy Twombly o da quando spostando la lavatrice per vedere come era fatta dietro, ho scoperto che mio padre ci teneva i giornalini porno. La serendipità in rete è una risorsa e se non l'avete mai sperimentata forse è perché siete abituati a fissare un uccello su un albero.
In ultimo, serve coerenza nel comunicare le cose, soprattutto per essere efficaci ma non perdere di credibilità. Quindi la prossima volta spero di vedere questa vignetta stampata su un foglio di carta e attaccata con una sparapunti sul tronco del suddetto albero, magari con una freccia in su, verso l'imperdibile fauna, invece di trovarla su Twitter, dove il mio cinismo, la mia solitudine, il mio disincanto e un social media manager un po' coglione me l'hanno fatta trovare. 


28 commenti:

  1. zia è più importante la tipa, non l'uccellino che la tipa guarda.

    RispondiElimina
  2. Azz, hai bruciato il nascondiglio della lavatrice... Ma cercando un altro posto nella vaschetta dell'acqua ho trovato una busta con del sale in polvere, bianco... Mi devo preoccupare? ;-)

    RispondiElimina
  3. Solo io ho visto due ragazzi che si tengono per mano ma è come se stessero a km di distanza perchè ognuno pensa ai fatti suoi? chi pensa al 'social' e chi pensa alla 'fauna' e poi alle cose più semplici non ci pensa nessuno :))

    RispondiElimina
  4. Ma guarda che qua il problema è che questi due si tengono per mano ma non si guardano in faccia.

    RispondiElimina
  5. A mio avviso si confondono 2 cose: la vita social, e l'educazione social. Ora se io sono in compagnia di amici, ragazze, moglie, figli, ecc. NON ESISTE che interrompo una conversazione di punto in bianco perchè mi arriva un messaggino, un tweet, una mail, ecc. Non esiste che io esco a cena con amici e se la conversazione langue, escono i cellulari e scatta la gara ha chi ha la boiata più divertente da far vedere! Se non so cosa dire MI SFORZO a trovare qualcosa su cui conversare... una volta si faceva così vi ricordate? Possibile questa FOBIA per gli avvisi del cellulare!? Se sei con una persona gli devi un minimo di rispetto... fanculo messaggini e avvisi vari, l'attenzione va a la persona che te la sta dando a sua volta!! Scusate lo sfogo.

    Angelo

    RispondiElimina
  6. By the way, Thank you for sharing with us, and we sincerely hope you will continue to update or post other articles.
    cara alami menyembuhkan maag akut

    RispondiElimina
  7. Ma la punteggiatura nei tuoi testi è un optional? Meglio se dici quello che pensi a voce. Anche a voce bassa va bene.

    RispondiElimina